TRASFORMARE L’IMPOSSIBILE IN POSSIBILE

Figlioli, occorre il coraggio di trasformare l’impossibile in
possibile È raro trovare chi ha questo coraggio, ma è
necessario. Tu parli insieme con tanti cristiani e li trovi
scoraggiati: “Sì, ormai, non c’è niente da fare...”. Trovi
spesso cristiani che parlano così. È raro trovare chi ha il
coraggio di dire: “Le cose stanno così, ma... coraggio,
avanti!”. È raro trovare questo coraggio, ma è comandato.
Perciò io e voi abbiamo un comando da parte del Si -
gnore, di non tornare indietro, di non retrocedere dinanzi
a ciò che sembrerebbe impossibile. Se il Signore ti
dice: “Le porte sono chiuse, ma tu devi entrare”, devi
arrampicarti sul muro senza esitare un istante e senza
avere paura di sbattere il naso e di rompertelo. Capito?
Vi dico: se voi siete sicuri che è volontà di Dio che passiate
al di là del muro, voi dovete farlo senza esitare un
istante e senza neppure pensare di mettervi in tasca un
fazzoletto per asciugarvi il sangue che potrebbe uscirvi
dal naso. Perché, sennò, vi capita quello che è capitato
a Mosè: ha battuto due volte sulla roccia e per questo
non è entrato nella terra promessa. (Cfr. Num 27,12-14)
Dinanzi alle difficoltà il Signore dovrebbe trovarci sempre
in piedi. C’è il momento della stanchezza, c’è il momento
dello scoraggiamento, c’è il momento in cui vediamo
nero, ma quando intravediamo la presenza del Signore,
quando sentiamo passare la volontà del Signore, quando
sentiamo la voce di Dio, dobbiamo saltare immediatamente
in piedi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top