DI GIORNO E DI NOTTE PENSARE A COME CONDURRE I FRATELLI A DIO

Fratelli miei, se c’è una fonte e un uomo legato davanti ad
essa che sta morendo di sete e un po’ lontano un altro
uomo non legato, ma sfinito per la sete e che ignora l’e-
sistenza della fonte, voi che cosa fareste? Un ragazzino
mi ha risposto: “Se io non slegassi quello e non indicassi
la fonte a questo, sarei un delinquente!” Stiamo attenti,
figlioli, che i delinquenti possiamo esserlo tutti noi!
Voi vedete questa umanità che va cercando dappertutto
soddisfazioni: cerca da una parte e poi si stanca, cerca
da un’altra e non trova... Questi poveri figli di Dio, che
inconsciamente cercano Dio, devono essere condotti a
lui. Perché tante volte noi non li conduciamo a Dio?
Perché non sappiamo dove Dio sta di casa. È tutto qui!
E allora li conduciamo nei giardini di Dio a mangiare le
fragole, li conduciamo nelle stalle di Dio per vedere i
cavalli del Signore; bellissime cose, sante cose, ma a un
dato momento bisogna affrontare la porta di casa e portare
queste persone ad incontrarsi con il Padre: è questa
la nostra missione! Non li condurremo direttamente, li
condurremo un po’ alla volta, ma noi dobbiamo avere
questa preoccupazione.
Voi di giorno e di notte dovete pensare a questo: come
condurre i fratelli a Dio. Per avere questa passione, vorrei
dire questa pienezza di Dio, ricordatevi che è necessario
presentarsi continuamente davanti a Dio, leggere
qualche libro di Dio e da tutto ricavare qualche cosa che
vi porti a Dio.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top