IL SOGNO DI DIO: FARE DEL MONDO UNA GRANDE FAMIGLIA

Soltanto gli umili possiedono la vera forza, proprio perché
sanno che possono sperare tutto da Dio. È una cosa
che capirete soltanto se la proverete: voi entrerete in
chiesa deboli e uscirete forti. Quando si va all’osteria si
entra forti e si esce deboli, si esce con le gambe che tremano.
Invece qui si tratta di una cosa diversa, perché in
chiesa si entra deboli, con le gambe che traballano e si
esce con la testa alta, non con la testa alta degli orgogliosi,
ma con la fortezza degli uomini di Dio.
Come sarebbe bello se il mondo arrivasse ad essere una
grande famiglia, dove ci si vuole bene, dove ci si aiuta
per arrivare... dove? Nell’altra grande famiglia che è
lassù, dove la nostra buona Mamma ci attende. Questo
dovrebbe essere il nostro sogno e tutto il nostro lavoro
dovrebbe tendere a realizzare in terra una grande famiglia,
per poi avere in Paradiso la grande famiglia per tutta
l’eternità. Ma, intanto, qui... lavorare, lavorare, non im por -
ta quanto!
Per arrivare a questo dobbiamo essere pronti a fare qualunque
sacrificio; il resto non importa affatto. In guerra si
dice a un soldato: “Tu vai là”, e anche se egli deve solamente
fare la guardia ad un palo che sostiene un filo del
telegrafo, il suo compito può essere più grande di quello
di un altro, perché può darsi che quel filo sia quello che
salva tutta la situazione. Che mi interessa che sia un
palo? A me interessa la causa finale, vedere il trionfo del
Cristo e non il mio trionfo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top