LA FRETTA È FRUTTO DI SUPERBIA

Antagonista della stanchezza e nemica della pazienza
apostolica è la fretta. Sembra impossibile che la fretta sia
figlia dell'orgoglio tanto quanto la stanchezza. Eppure,
nel compimento del dovere, oltre alla tentazione della
stanchezza ce n’è un'altra, non meno forte, che è la fret-
ta, cioè la voglia di fare in maniera precipitosa, tutto in un
attimo.
Ricordate che sia la stanchezza come la fretta sono
ambedue frutto di superbia. Il Signore ha creato il mondo
in tanti anni; ha atteso che gli uomini si sviluppassero;
avrebbe potuto, appena creati, metter loro in mano addirittura
la bicicletta, l'automobile... Invece no! Ha lasciato
che le scoprissero da sé piano, piano, piano; ha permesso
questa evoluzione. Lui ha avuto pazienza, e perché
non dobbiamo avere noi la pazienza che rispetta le
persone, che non vuole subito, immediatamente?
Supponete di dover cogliere dei fiori. Ecco là un rosaio:
appena fa il bocciolo, vi mettete a raschiarlo con il coltellino
perché ne fuoriesca il fiore. Portate pazienza: la rosa
sboccerà da sola. Voi cercate solo che il bocciolo sia
pulito e concimate attorno la piantina, però non vogliate
spingere il bocciolo ad aprirsi prima del tempo.
Bisogna saper lasciare il lavoro a Dio. Non si può violentare
una persona, ma bisogna rispettare l'azione dello
Spirito Santo, non volere immediatamente i frutti.
C'è una parte di lavoro che spetta a me e che devo fare.
Infatti se l'agricoltore non pota e non cura la vite, non
produce uva neanche a sognarla. C'è, insomma, una
parte di lavoro che devo assolutamente compiere io,
altrimenti manco al mio dovere, non produco grappoli
d'uva; ma c'è una parte che io non devo assolutamente
fare, deve farla Dio. Devo sapere quale parte spetta a
me e adempierla a tempo giusto, non troppo tardi. Chi va
a potare troppo tardi non produce uva.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top