SAPER DIMENTICARE LA PROPRIA STANCHEZZA

Nella nostra vita non deve dominare la stanchezza, ma
la volontà. Guardiamo Gesù al pozzo di Giacobbe: viene
la Samaritana e lui è stanco, però c’è un’opera buona da
compiere e allora non si discute più: la volontà, guidata
e sorretta dalla volontà di Dio, domina. Quante volte può
capitare anche a noi di essere stanchi morti... Viene uno a
chiedere un piacere, verrebbe voglia di scattare: “Ma va’ a
farti benedire! Adesso non ne ho voglia, adesso sono
stufo”. Bisogna, invece, saper dominare la natura, avere in
mano il volante della nostra macchina.
Gesù è stanco. Ha fame. Ha sete. Non ne può più. Ma
ecco che arriva una donna che ha bisogno di essere salvata.
Allora Gesù dimentica la sua stanchezza e immediatamente
si mette a parlare con lei.
Ecco un vigile del fuoco: è stanco morto, va a letto; suona
il telefono: “C’è un edificio in fiamme!”; broommm... salta
giù, dimentica la stanchezza. La volontà domina.
Chissà quante persone, forse, non entreranno in
Paradiso perché non abbiamo saputo captare questo
momento! Il Signore, mi aveva mandato vicino qualcuno
perché gli dicessi una buona parola, perché lo facessi
camminare di più e, forse, per la mia stanchezza, non ho
saputo capire che era il momento di Dio.
Gesù vede la Samaritana, è stanco, ma la volontà subito
comanda: “Bisogna compiere un’opera apostolica”, e
comincia il dialogo. E più tardi, quando gli Apostoli gli
porteranno da mangiare, non accetterà il loro cibo e dirà:
“Io ho da mangiare un cibo che voi non conoscete.... Il
mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato”.
(Cfr. Gv 4,32-34). Il nostro cibo è fare quello che vuole lui,
istante per istante, gettare continuamente le reti dove
vuole lui.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top