Avanti, avanti, con il Vangelo in mano!

Quando morirò il Signore mi chiederà: “Che cosa hai fatto di bene? Che cosa hai fatto, caro?”

 

Avanti, avanti! Quante volte vi ho detto: “Ragazzi, non perdete la testa a scrivere articoli quando saranno morti i più vecchi!”. Quando muoio mi recitate alcune ‘requiem’ e avanti, avanti, avanti: dobbiamo andare avanti. Avanti, guardiamo avanti, per carità, guardiamo avanti: con il Vangelo in mano, che è sempre nuovo, e avanti, non indietro!

 

La nostra vita è una Pasqua, un arrivo; dobbiamo vivere con lo sguardo verso il giorno. Al mattino, quando la giornata è più bella e aprite le finestre, non vi viene da dire: “Quando sarà che si aprirà quell’altra finestra, quella del Paradiso? Quando comincerà la primavera eterna dove ci sarà Dio per sempre?”.

 

Dopo, figlioli, non si faranno più peccati; dopo si incomincerà ad amare e non si perderanno più colpi.

 

Adesso parti e il motore batte in testa o perché manca l’olio o perché manca la benzina o perché la strada è tutta in salita. Invece nell’altra vita metti in moto e il motore non va mai indietro: lo metti a cento e continua ad andare così per tutta l’eternità. È importante quindi revisionare bene il motore per poter correre in Paradiso, per fare le corse con gli angioletti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top