Vivere pensando all’eternità

Devo vivere pensando all’eternità e allora la morte non è una coltre nera applicata sulle spalle. Se ho la fede, morire dà un senso di gioia, quasi mi fa dire: “Signore, presto, presto, vado anch’io al cimitero e dopo staremo in compagnia!”. In un primo momento il pensiero di queste cose può portare un senso di dispiacere, di pesantezza: “Dunque finisce tutto!”, ma poi ti valorizza, infonde forza.

 

Figlioli, io andavo spesso a pregare al cimitero per avere la forza di andare avanti, altrimenti avrei mollato tutto. Quando, per esempio, mi sentivo schiacciato dagli uomini, proprio da quelli che mi dovevano aiutare, dicevo: “Bene, un bel giorno morirà anche lui e verrà a finire qui”. Voi ridete! Ma quando uno ti bastona, quell’altro ti bastona e senti botte a destra e botte a sinistra, uno ti dice che sei matto e quell’altro ti dice che sei stupido..., allora io pensavo: “Beh, insomma, che cosa mi possono fare costoro? Tutt’al più mi uccideranno, ma fra cent’anni quello che ho fatto, se io ho fatto la volontà di Dio, resterà valido. Le lodi, i rimproveri e i biasimi non possono colpire!”.

 

Alla luce della morte, pensando che gli altri moriranno e che anche tu morirai, hai la forza di fare quello che altrimenti non avresti il coraggio di fare; scegli e vivi la verità, prescindendo da incenso e turibolo che ti vengono addosso: ti incensano, non importa niente, ti danno anche il turibolo addosso, non importa niente! 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top