Non c’è persona che non abbia il cuore insanguinato

“Quando io nacqui mi disse una voce: tu sei nato a portar la tua croce!”. Conoscete questa poesia, l’avete imparata? Ed è così! Prendete gli uomini che conoscete, provate ad aprire loro il vestito e vedrete che sono tutti ‘crociati’; qualcuno è un bel crociato con una croce grande grande alla San Camillo de Lellis.

 

Figlioli non c’è persona che non abbia la sua croce, non c’è persona che non abbia il cuore insanguinato, anche se esternamente non appare. Non illudetevi, non illudetevi! Tante volte, proprio quelli che sembrano i più contenti, sono coloro che sono i più crocifissi.

 

Bisogna allora sapere offrire al Signore con generosità. Io ho trovato il sistema: mettere in preventivo la croce. Mettere in preventivo uno schiaffo non vuol dire che non faccia male quando arriva. Quando lo prendi, la mascella diventa rossa. Bisogna mettere in preventivo i fallimenti; bisogna mettere tutto in preventivo, con serenità. “Ma, io pensavo, io credevo, io speravo che mi mettessero qua, là, sotto, sopra...”. Metti in preventivo l’amore di Dio, metti in preventivo il trionfo del Signore, metti in preventivo la tua crocifissione e ti passano tutte le altre storie.                                         

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top