“Signore, desidero incontrarmi con te”

Non possiamo avere qui in terra la felicità, figlioli; è inutile che andiamo a cercarla qui, non possiamo trovarla; dobbiamo già rinunciare in partenza. La Madonna dice a Bernardetta a Lourdes: “Ti farò felice non in questa vita, ma nell’altra”, e ai piccoli di Fatima: “Nell’altra vita, là, in Paradiso”. In terra invece, figlioli: “Così tratto i miei amici...”, ha detto Gesù a Teresa D’Avila. “Per questo ne hai pochi!”, ha risposto lei!

 

Il fondamento è nella beatitudine: “Beati coloro che soffrono”.

 

“Quando sarà, o Signore, che io aprirò i miei occhi e ti vedrò?”; “Quando verrò a vederti, o Signore?”; “Signore, desidero incontrarmi con te!”; “Ancora un’altra giornata: grazie, Signore, della giornata. Però io vorrei incontrarmi con te!”.

 

È tutto qui. Se si toglie questo, che cos’altro resta? Non c’è possibilità di spirito di sacrificio senza l’attesa di incontrarsi con Cristo.

 

Una rinuncia? E chi me la fa fare una rinuncia se io non ho il desiderio della vita futura e non so che cosa questa mi rende? Solo se c’è la speranza di una vita futura, solo se tu vivi per la vita futura, allora “Ogni pena m’è diletto!”, altrimenti “Ogni pena m’è dispetto!”.  

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top