Dobbiamo dare tutto senza sotterfugi

Non si può imbrogliare il Signore! Non si può fare come Anania e Saffira, portare la borsa dei soldi e tenere da parte un po’ del contenuto (At 5, 1-11). Non si può dire al Signore: “Mi dono...”, e poi scendere a compromessi, imposture e sotterfugi.

 

Dobbiamo dare tutto! Non dare tutto perché mi vede il superiore, il parroco, mia mamma: io do tutto perché è Lui, e mi dono senza discussioni e continuo a donarmi per tutta la vita.

 

Mi dono il giorno in cui sento gioia e il giorno in cui non sento gioia, il giorno in cui il fresco e il benessere mi portano alla preghiera e nel giorno in cui sento la pesantezza e la durezza del corpo con tutto quello che ne consegue.

 

Quando non sarò capace di resistere, dirò ugualmente: “Signore, eccomi qua”. Mi dono, continuo a donarmi senza evasioni.

 

Figlioli, è facile avere evasioni. L’io è vasto! Per esempio, le ambizioni quando si cerca se stessi, l’egoismo quando si cerca quello che piace, quando si è attaccati al proprio giudizio e si vuol dominare...    

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top