Il sorriso, la gioia, la bontà sono qualità che trascinano

Nella nostra vita deve risplendere una gioia pasquale, la gioia della risurrezione di Cristo, della Pasqua ventura. In noi devono vedere la gioia di un consacrato, di un donato; non devono vedere gente stanca, imbronciata, gente che sembra pentita della scelta fatta.

 

Perciò, ricordate, che il sorriso, la gioia, la bontà, anche la fermezza, ma la fermezza unita alla bontà, sono qualità che trascinano.

 

Bisogna che noi mostriamo la vocazione realizzata bene, realizzata santamente. La bambina vuole la bambola perché vede la mamma che stringe al petto la bambina vera e propria e dice: “Anch’io voglio avere la bambina!”; poi vede la mamma che prepara da mangiare e anche lei si mette a fare da mangiare, a fare questo, a fare quello: piace anche a lei fare così.

 

Anche il ragazzino che vede il sacerdote che celebra la Messa dice: “Piacerebbe anche a me!”, e dice Messa per gioco, come facevo io quando ero piccolo; con pezzi di rapa preparavo le particole e poi sgridavo le due o tre ragazzine che erano mie vicine di casa; dovevano stare attente e ascoltare la predica, altrimenti scendevo dal pulpito e dicevo: “Devi stare attenta!”.   

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top