Saper dire una parola di lode o di ringraziamento è carità

Imparate a dare una lode onesta, a saper dire a uno che vi è vicino: “Bene, hai fatto bene; mi fa proprio piacere...!”. San Francesco di Sales dava questo consiglio: “Quando devi fare una correzione a uno, comincia con il lodarlo e se non c’è niente di lodevole in lui, è il caso di inventarlo; in questo caso è permesso dire una bugia...”. Devo dirti, per esempio, che hai il naso storto. Comincio con il dirti che hai le orecchie diritte, perché avrai almeno qualcosa che va bene; o è tutto storto in te? “Ringraziando il Signore hai una voce da usignolo, hai due gambe da struzzo, peccato che ci sia quel naso; però tenendolo fasciato un po’ di tempo, il naso si raddrizzerà!”.

 

È importante sapere dire un grazie. Qualche volta ti portano una cosa da mangiare: “Che buona!”. Bisogna far sentire un minimo di lode. Non costa nulla dire una parola di lode.

 

È vero che non si vive di lodi, ma sappiate dire una parola di riconoscimento ai collaboratori che avete vicino. Possibile che troviate solo da rimproverare? Qualche volta dite: “Che bello! È riuscito bene!”. È una necessità umana, è una finezza, ma è necessaria, figlioli! E, guardate, che una persona umile queste cose le fa. È carità!

 

A questa cosa manchiamo tutti, iniziando da me, figlioli. Non è adulare nessuno, ma mi sembra che sia una cosa buona. Dunque non occorre una cosa studiata: dovete farla diventare una buona abitudine.

 

Bisogna saper ringraziare le persone più sacrificate, le povere cenerentole; bisogna saper dire loro una parola, con semplicità. Basta una semplice parola: “Grazie!”

 

Non si deve adulare, ma manifestare un po’ di riconoscenza, sì. Questa è carità, è carità!   

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top