Cosa fare per essere umili

A volte qualcuno mi ha chiesto: “Che cosa devo fare per essere umile?”. Ho risposto: “Figliolo, alla sera, prima di andare a letto, buttati per terra, baciala dicendo: ‘Signore, ecco quello che sono; tu sai quello che sono, fidati poco di me perché ne combino di tutti i colori; tienimi la mano sulla testa.” - “E dopo sono umile?” - “No, dopo incominci a capire che sei superbo: basta questo; non pensare se sei o non sei umile. Non fermarti a pensare a questo, perché il giorno che ti accorgessi di essere umile saresti più superbo ancora”. Se io non mi accorgo di essere umile e mi pare di essere superbo, allora vuol dire che sono umile.

 

Siamo così sciocchi: creduloni all’adulazione del mondo! Siamo così contenti quando ci dicono che siamo bravi e stiamo così male quando ci dicono che siamo sciocchi!

 

L’operaio preme un bottone, scende la pressa: brooomm, esce un oggetto e allora pensa: “Che grande cosa ho fatto io!”, mentre ha solo premuto un bottone! Noi siamo così: nella vita premiamo un bottone, esce un oggetto...; qualche volta anzi si sbaglia bottone e allora succede un grande pasticcio come, per esempio, quando si sbaglia con la calcolatrice e alla fine ne risulta un errore. Così anche noi ricordiamoci: sono di Dio, tutto di Dio; la mia libera volontà deve solo premere un piccolo bottone e la potenza di Dio opera il resto.   

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top