IN CONTINUO CONTATTO CON GESÙ

Come fate a non sentire il bisogno di avere con voi Gesù, specialmente in certi momenti difficili della vita? Se dobbiamo averlo con noi durante un viaggio tranquillo, in modo particolarissimo dovremmo sentire il bisogno di Gesù nei momenti di dubbio, di incertezza, specialmente nei momenti dei disastri, delle oscurità, della tristezza.

Per me essere “carmelo ambulante”, essere “contemplativo sulla strada” è un elemento indispensabile. In caso contrario, un cristiano che non viva questa unione con Dio, cioè che in primo luogo non senta la preoccupazione di fare la volontà di Dio e in secondo luogo non provi la necessità di avere sempre il Signore vicino, è come una casa senza corrente elettrica.

Un cristiano che non vive in contatto continuo con lui, che non si sente cuore a cuore con lui, che non cammina braccio a braccio con lui, è come una lampadina, ma senza corrente elettrica.

C'è qualcosa, per esempio il modo di parlare, che rende manifesta la provenienza. Ora, vedete, il modo di parlare del cristiano dovrebbe avere il sapore di Nazaret, il sapore di Paradiso; dovrebbe essere qualcosa di indescrivibile, così che, non appena apre la bocca, fa sentire il profumo del Paradiso. Perché? Perché deve avere il Cristo nel cuore, deve sentire e trasmettere la presenza del Cristo.

Allora, in queste condizioni, bisogna che l'uomo di Dio, vivendo in intimo contatto con Dio, si renda conto che è uno strumento di Dio e che non è lui il vero operatore: lui deve mettercela tutta, deve certamente compiere il massimo sforzo, impiegare la sua buona volontà, ma deve essere cosciente della presenza del Cristo e della sua unione con il Cristo perché, altrimenti, è un povero uomo, un uomo disgraziato.

Ecco, dunque, quello che io intendo per “carmelo ambulante”: è un cristiano che, impegnato in tutti i modi per ricercare la volontà di Dio, comincia serenamente il suo cammino a fianco di Gesù, fratello e amico, e non fa alcun passo se non sente il cuore di Dio accanto al suo povero cuore.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top