LE COSE PIÙ IMPORTANTI VANNO TRATTATE DAVANTI AL TABERNACOLO

Le nostre opere, tutte le nostre opere, dovrebbero incominciare mentre siamo inginocchiati; cioè, bisogna fermarsi e progettare insieme con il Signore.

Potrei io invitare amici in casa senza parlarne con i miei familiari? E perché questo atteggiamento non deve esserci in casa con Dio? Se io so di avere Dio, mio fratello e amico, nella mia stanza, insieme con me, dentro di me, come posso io decidere una cosa senza consultarlo?

 Capite che qui si tratta di fede? Se io ho la convinzione di essere tempio dello Spirito Santo e perciò la persona più vicina a me è Dio, perché è dentro di me, come posso io prendere una decisione senza parlarne insieme?

Io parto in macchina con uno di voi e a un dato momento voglio prendere un caffè: fermo la macchina, entro nel bar e lo lascio là in macchina...? Ma è inconcepibile! Se desidero fermarmi, gli dico: “Senti, ci fermiamo un attimo? Prendiamo un caffè?”. Ci si scambia una parola. E come si fa a non scambiarla con Dio, figlioli miei? “E se non lo sentiamo?”. Non interessa niente! La nostra specializzazione è questa: essere uomini che credono in Dio, che parlano con Dio, che conversano con Dio. Perciò, per me è inconcepibile che un cristiano non conversi con Dio, non tratti le cose con Dio, pur nell'aridità, pur nella freddezza spirituale, pur senza sentirlo.

La mia vita non è mia: intelligenza, volontà, cuore, mani, braccia, tutto è del Signore e non posso fare una sola cosa per mio conto. Perciò l'orario, le azioni che intraprendo, devo mettere tutto alla luce di Dio. Le cose più importanti, almeno quelle di maggior peso, dobbiamo trattarle davanti al tabernacolo o, se questo non è possibile, nella nostra stanza, mettendoci prima alla presenza di Dio: “Signore, dimmi, che cosa devo fare?”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

App Meditazioni don Ottorino

Ti va di avere ogni giorno la parola di don Ottorino direttamente sul tuo smartphone (cellulare)?
Vai su Play store e cerca "In ascolto di don Ottorino" oppure anche solo "don Ottorino"...
Se invece possiedi un iPhone un iPad qui il link per scaricare l'app dalla Apple Store
Avrai una graditissima sorpresa.
Potrai avere il testo di ogni giorno per i tre volumi, sia in italiano che in portoghese e spagnolo...

Go to top