LA TINTARELLA DI DIO

In quest'area del nostro sito parliamo di spiritualità, prendendo naturalmente le mosse da don Ottorino, che sentiamo come un vero maestro di spiritualità.
Nel corso di quest'anno, seguendo le indicazioni date dall'Assemblea della Famiglia di don Ottorino e dal Capitolo, vorremmo approfondire il tema del discernimento La parola "discernimento" non è una parola semplice da capire e da cogliere nel suo vero significato. Eppure è di fondamentale importanza per il cammino di crescita spirituale a livello personale, ma anche a livello di vita comunitaria, con ricadute importanti sulla nostra missione pastorale, alla quale siamo tutti chiamati come Famiglia di don Ottorino. A noi interessa approfondire il tema del discernimento alla luce del carisma di don Ottorino e nostro. Nella seconda proposizione del documento del IX Capitolo si afferma: "Il discernimento viene così descritto sinteticamente: Con lo sguardo e il cuore di Dio che ascolta il grido del suo popolo e invia suo Figlio Gesù sacerdote servo per liberarlo, assumiamo lo stile del “guardare, illuminare, agire, verificare, celebrare”, per promuovere una pastorale che porti…
Per me don Ottorino è la persona che si è reso disponibile a ascoltare e a fare la volontà di Dio. Ha avuto il coraggio di sognare questa famiglia della quale faccio parte. Con la sua testimonianza mi invita a pormi nelle mani di Do, a confidare nella provvidenza e a essere fedele. Soprattutto mi invita a essere una donna del presente, dell'oggi. Il mio primo approccio a questo uomo è avvenuto attraverso il libro "Con Cristo nel cuore". Ricordo che l'ho letto tutto e mi hanno colpito molto la fede e l'amore che lui aveva per Gesù. Ogni volta che leggo don Ottorino sento che sempre il suo messaggio è che ami Gesù e che mi abbandoni alla sua provvidenza. Come famiglia stiamo vivendo tempi difficili, non differenti da altre famiglie, però sono tempi ai quali dobbiamo prestare attenzione. Don Ottorino ha lasciato che la realtà lo interpellasse, ha…

CARMELI AMBULANTI

L’immagine “carmelo ambulante” l’ha coniata don Ottorino per indicare le due dimensioni della nostra missione fuse in una: da una parte una vita di contemplazione, dall’altra un impegno operativo sempre attualizzato Carissimi, anche il IX Capitolo generale è ormai alle nostre spalle. Sono certo però che segnerà come gli altri una tappa importante nel nostro meraviglioso, seppur faticoso, viaggio come Famiglia di don Ottorino. Durante il Capitolo si è parlato tanto, e anche pregato tanto, ma qual è il cuore del messaggio che ci portiamo dentro e al quale continuamente dovremo riferirci in questi sei anni? Al di là delle belle proposte, il cuore del messaggio è quello di sempre, quello che affonda le sue radici nel Vangelo di Gesù: vivere un rapporto profondo di comunione e di intesa con il Signore, un autentico rapporto "sponsale" fino a poter dire come San Paolo "non sono più io che vivo, ma…
Go to top