MOZAMBICO: A MOSSURIZE SEGNI TANGIBILI DELLA PROVVIDENZA

Piccole ma significative luci di speranza continuano ad accendersi

proprio lì dove è sempre in agguato la tentazione di nuovi conflitti

 

Quest’anno la siccità, che ha colpito la nostra regione, ha reso più preziosa l’opera di assistenza che offriamo a tanti orfani grazie agli aiuti che riceviamo da voi. Oltre alla retta per la scuola materna di un gruppo consistente di bambini, al materiale scolastico, ai vestiti e alle scarpe che periodicamente offriamo ai ragazzi, abbiamo intensificato la fornitura di alimenti offrendo soprattutto farina di mais, alimento base per l’alimentazione delle famiglie.

 

In quest'ultimo periodo ad aggravare la situazione generale è subentrata la guerriglia sostenuta dal partito di opposizione che non accettando l’esito delle elezioni presidenziali del 2014 che considera fraudolento, sta creando una instabilità generale con l’obiettivo di costringere il governo a concedergli qualche fetta di potere. A sua volta il governo, che non vuole accettare il dialogo proposto, risponde alle provocazioni della guerriglia con azioni di forza bruciando case, sequestrando e uccidendo persone, creando panico e disagi a non finire. La popolazione abbandona le case e cerca rifugio altrove. Sono decine e decine le famiglie che hanno chiesto ospitalità nella missione per passarvi almeno la notte. In questo contesto di disagio generale continua la nostra opera di attenzione ai più deboli come sono appunto i tanti orfani.

Raccolta del Mais

Tra i nostri assistiti c’è un gruppo di una sessantina di bambini e ragazzi orfani che i coniugi Francisco e Maria Rosa Maduco accompagnano da anni.

 

Inoltre quest’anno abbiamo incluso anche un gruppetto di disabili che suor Tendai, nostra collaboratrice nell’attività missionaria, ha raccolto da varie comunità lontane e accolti in una casa vicina alla sua perché possano frequentare la scuola. Non ha contributi di nessuna specie, ma tutto (alimento, affitto della casa, vestiario…), come la costruzione  di una casa che ha ideato per poterli meglio assistere, è dono della Provvidenza e noi ci facciamo volentieri – a nome vostro - strumento di questa Provvidenza che diventa un segno tangibile della misericordia del Signore che non abbandona i piccoli e i bisognosi.

A nome di tanti bambini che attraverso il vostro aiuto sperimentano la misericordia di Dio e a nome anche dei confratelli diacono Vito e don Michele vi rinnovo un grande grazie assicurandovi che siete sempre presenti nelle nostre preghiere mentre anche noi vogliamo contare sulle vostre.

Don Piergiorgio Paoletto (Mozambico) 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Go to top