ESPERIENZE DI VITA: GUATEMALA

LE "VIA CRUCIS",

 L'esperienza di vita raccontata dal  P. Bruno Sturari ha come scenario la grande discarica della Città del Guatemala. È considerata la più grande discarica dell'America centrale, dove ogni giorno migliaia di uomini e donne, con enorme pericolo per la loro vita e la loro salute, scavano tra le colline di rifiuti per selezionare rame e vetro, plastica e carta.

 

Sono qui Gesù, mi hai portato fin qui. Continui a sorprendermi, commuovermi e smuovermi, mettendomi in cammino.

Ieri siamo andati a fare la "Via Crucis" nella discarica della città, l'immondezzaio, che almeno per una estremità è parte della nostra parrocchia. Da alcuni anni la comunità parrocchiale ha la consuetudine di fare la Via Crucis in questo luogo. Eravamo un buon gruppo della parrocchia. Camminavamo con gli stendardi delle stazioni e abbiamo concluso dopo circa un'ora e mezza con la "Risurrezione". Le comunità della parrocchia avevano preparato qualcosa da mangiare e da bere e lo abbiamo distribuito tra la gente. Ci hanno detto che lì c'erano circa 1200 persone.

È stata un'esperienza molto intensa. Grazie a chi ha iniziato questa esperienza.

Prima di continuare con questo fatto voglio condividere una delle sfide che sto sperimentando, quella di scoprire nuovi parametri di bellezza. Scoprire quanta bellezza c'è attorno a me. È un percorso che devo fare, visto che ho una cultura, una storia e anche dei modelli estetici di bellezza. Oggi sento forte l'invito a scoprire nuovi valori di bellezza che hanno sempre a che vedere con il buono, il vero. Questo che ho vissuto mi ha colpito molto e credo di essere in cammino.

Infatti, eravamo nella discarica e vi trovavo molta bellezza. È un paradosso visto che c'è molto di brutto in questo luogo: odore e polvere che impregnano la pelle, i capelli, i vestiti. I volti coperti e sporchi parlano delle ore trascorse in questo luogo. Un luogo con storie di persone morte e sepolte qui a causa delle slavine di terra durante la stagione delle piogge. Non parliamo poi del danno ambientale che tutto questo sta causando.

Però io sono tornato a casa e, dopo un po' di tempo che mi sono dedicato per capire cosa stavo vivendo, mi son incontrato con la bellezza. Sentivo dentro un profondo rispetto e ammirazione per le persone che avevamo incontrato. Che persone degne. Lavorano per guadagnare il pane nella discarica. Che coraggio e che forza.  Quanta forza. Mi chiedo: "Cosa sarebbe di queste persone così forti se avessero avuto altre opportunità e possibilità? Loro si guadagnano il pane di ogni giorno con grande sforzo. Con il loro lavoro. Che importante è il lavoro come opportunità di dignità. Quanta dignità dà il lavoro e che ottoriniano è questo.

Non ho dubbi che Gesù è con loro, li preferisce e li sostiene per andare avanti. Con i poveri, per uscire dalla povertà. Questo è Gesù, quello che noi conosciamo, il sacerdote servo, che sta con noi per farci vivere con dignità e uscire insieme dalla povertà.

Grazie, Gesù per questa esperienza del Regno.

P. Bruno Sturari (La Verbena - Guatemala)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Go to top