PASSAPAROLA: RECIPROCITA'

Reciprocità, corresponsabilità, condivisione... diverse parole per esprimere la medesima esigenza: tessere relazioni che ci aiutino ad esprimere ciò che si ha e ciò che si è.  Vivere accanto, donne e uomini, incontrare e conoscere tante persone, culture diverse, sono queste oggi le sfide che, anche come credenti, siamo chiamati ad affrontare.  Più che su quello che uno dice o fa è su il come, sullo “stile”, che dovrebbe maggiormente farci riflettere e interrogarci, nel nostro servizio o presenza pastorale, come nel nostro ambiente quotidiano di vita (lavoro, scuola, famiglia). La reciprocità, come qualcuno l’ha definita, “è figlia della logica del dono”, dono che significa gratuità, condivisione vera, senza nulla attendere, sono queste le relazioni che possono per far nascere un clima di comunione, che può creare un nuovo stile di vita nella Chiesa e nella società. Il problema principale, allora non è di chiedere rivendicazioni o quote rosa, ma piuttosto saper riconoscere e accogliere ciò che è differente per attivare dentro di noi un vero e significativo atteggiamento di reciprocità. Anche il linguaggio, “grembo entro cui si plasma la nostra visione delle cose” e le parole che usiamo possono aiutarci a costruire relazioni di reciprocità.

Non si vive la reciprocità perché le cose vadano bene o solo per realizzare nuovi programmi, o per occupare posti vuoti, ma per valorizzare tutti. La Bibbia ci insegna quanto sia importante imparare a rileggere la vita con uno sguardo sapienziale, anche noi dobbiamo imparare a leggere e a scoprire nella vita di tutti i giorni la possibilità di vivere in modo nuovo le relazioni: Gesù non ha scelto prima chi incontrare, uomini o donne, poveri o ricchi, è la vitache ci indica i luoghi di reciprocità. Nella misura in cui ciascuno di noi saprà dedicare tempo per riflettere e discernere nella fede ciò che vive quotidianamente, le cose un po’ alla volta possono cominciare a cambiare in noi stessi e nelle relazioni che abbiamo. 

Ultima modifica il Domenica, 21 Agosto 2016 17:03

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Go to top