DIACONATO E DIACONIA. PER ESSERE CORRESPONSABILI NELLA CHIESA

INCONTRO TEOLOGI

DIALOGO SUL TEMA "PRETI E DIACONI INSIEME"

 Il primo incontro ha avuto un carattere prettamente teologico e come obiettivo riflettere sullo specifico del ministero del diacono e del presbitero e sulla forma delle relazioni che devono sussistere tra queste figure ministeriali

 

Pomeriggio del venerdì 27 ottobre. Nella casa dell'Immacolata c'è molta aspettativa per l'arrivo dei teologi. Qualcuno è già arrivato il giorno prima: il teologo Alphonse Borras, vicario generale della diocesi di Liegi, Enzo Petrolino, presidente della "Comunità del diaconato in Italia" e Serena Noceti, vicepresidente dell'Associazione teologi italiani.

Serena è ospite delle "sorelle nella diaconia" e la sentiamo come parte della nostra Famiglia. Insieme con noi è l'anima di questi incontri, che consideriamo un dono della Provvidenza.

Enzo, nostro carissimo amico, è di casa tra noi. Ci vuole un sacco di bene ed è sempre pronto a mettere a disposizione la sua esperienza e la sua competenza diaconale.   

Da subito anche don Alphonse lo sentiamo di casa. La sua semplicità e la sua attenzione a ognuno di noi ce lo fa sentire come un fratello. È un grande esperto del diaconato. Serena l'aveva contattato perché potesse essere presente come figura di spicco della giornata di studio del sabato 28 ottobre. Ma poi si è pensato che la sua presenza potesse essere una occasione perché ci fosse un confronto tra vari esperti del diaconato, con l'ottica specifica dell'unità tra preti e diaconi, tema tipicamente nostro.

L'appuntamento per i teologi era per le 14.30. Cominciano ad arrivare e noi facciamo loro gli onori di casa in buon stile ottoriniano. Arrivano quelli vicini della nostra diocesi: don Giovanni Sandonà, delegato per il diaconato, don Dario Vivian e don Luciano Bordignon. Da Padova arrivano don Fabio Moscato, don Fabio Frigo, don Livio Tonello. Da Trento il diac. Tiziano Civettini. Da Milano il delegato dei diaconi don Giuseppe Como. Da Firenze il padre cappuccino Valerio Mauro. Da Roma il diac. Armando Filippi. E infine da Crotone l'amico don Fortunato Morrone, con cui abbiamo da anni un forte legame di amicizia.

Mancava ancora un invitato speciale, il vescovo di Modena Erio Castellucci. Ce lo ha portato suor Federica direttamente dalla stazione. Quando è arrivato è stata una festa per noi e ci ha messo subito a nostro agio con il suo sorriso e la sua semplicità. Sapevamo che gli piace che lo chiamino don Erio. E così abbiamo fatto. È in Italia uno dei massimi esperti sul tema del ministero e Papa Francesco l'ha nominato consultore per la Congregazione del clero.

L'incontro, coordinato da don Luca con la competenza e l'attenzione alle persone che lo caratterizza, prevedeva cinque relazioni di 20 minuti ciascuna sul tema "preti e diaconi insieme": Borras (La lezione del Concilio Vaticano II), Castellucci (Una prospettiva teologico sistematica), Noceti (Una prospettiva teologico sistematica), Petrolino (Una prospettiva pastorale), Grillo (La lezione della liturgia).

Quest'ultimo, già presente nella giornata di studio sul diaconato femminile nello scorso anno, ha dato forfait all'ultimo momento per motivi familiari, ma ha assicurato che avrebbe mandato la sua relazione. Dopo le quattro relazioni e dopo una pausa si è aperto il confronto tra tutti i teologi presenti con apporti, domande, chiarimenti, approfondimenti. Da tutto questo abbiamo raccolto un materiale prezioso che, insieme con gli interventi della giornata di studio del giorno seguente, vogliamo trasformare in un libro, che sarà pubblicato dalle Edizioni Dehoniane.

Al di là della ricchezza dei contenuti su cui ci si è confrontati ci portiamo dentro la sensazione chiara che è stata una riflessione teologica che ha preso lucentezza e densità dal clima di famiglia che si era creato. Un clima di unità nella carità. E noi membri dell'equipe organizzativa, i fratelli della Casa dell'Immacolata, gli altri religiosi e sorelle che hanno fatto corona ai teologi, ci siamo sentiti don Ottorino presente oggi.

Luciano Bertelli

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Go to top